Monday, April 26, 2021

OSCAR 2021 - THE LOOKS

TOP:  Laura Pausini in Valentino - Vanessa kirby in Gucci - Carey Mulligan in Valentino Haute Couture
DOWN: Zandaya in Valentino Haute Couture - Margot Robbie in Chanel - Halle Berry in Dolce&Gabbana



TOP: Viola Davis in Alexander McQueen - Frances McDormand in Valentino - Maria Bakalova in Louis Vuitton
DOWN: Amanda Seyfried in Armani Privé - Chloé Zhao in Hermés - Andra Day in Vera Wang

TOP: Emerald Fennel in Gucci - Reese Witherspoon in Dior Haute Couture - Olivia Colman in Dior Couture
DOWN: Regina King in Louis Vuitton - Renée Zelweger in Armani Privé - Angela Bassett in Alberta Ferretti

TOP: Yoon Yeo-jeong in Marman Halim - H.E.R. in Dundas - Laura Dern in Oscar de la Renta
DOWN: Tiara Thomas in Jovana Louis - Glenn Close in Giorgio Armani Privé - Garrett Bradley in Alexandre Vauthier 

TOP: Isla Ficher in Dior Haute Couture - Sophia Nahli Allison in Valentino . Marlee Martin in Vivienne Westwood
DOWN: Janice Duncan in Valentino - Ariana DeBose in Atelier Versace - Nicolette Robinson in Zuhair Murad

TOP: Valerie Chung in Simone Rocha - Laverne Cox in Christian Siriano - Trish Summerville in Tony Ward
DOWN: Nina Pedrad in Stella McCartney - Celeste in Gucci - Fatima Farheen Mirza in Valentino

TOP: Grace Kennedy Piehl in Rodarte - Carol Ribeiro in Redemption - Raya Abirached in Zuhair Murad
DOWN: Charlese Antoniette in Rodarte - Giuliana Rancic in Remi Al Ali - Erin Lim in Georges Chakra

 

Sunday, April 25, 2021

ADDIO ALBER ELBAZ

Alber Elbaz è morto sabato, a soli 59 anni in un ospedale di Parigi. Sono ancora ignote le cause del decesso, ma secondo il quotidiano israeliano Hareetz, lo stilista sarebbe morto per le conseguenze del Covid. La sua morte è stata confermata dalla Compagnie Financière Richemont, suo socio in joint venture in AZ Factory, la sua ultima avventura nella moda. 
Elbaz, che è nato a Casablanca, in Marocco, ha iniziato la sua carriera lavorando in un piccolo negozio di sartoria nel Garment District di New York. Trasferitosi a Israele ha studiato al Shenkar College of Engineering and Design, a seguito di una iscrizione obbligatoria di tre anni nelle Forze di Difesa israeliane, prima di trasferirsi a New York nel 1984. E ‘stato assistente di Geoffrey Beene fino al 1996, accreditandogli il merito di avergli fornito una formazione approfondita del design della moda, per poi prendere il timone di Guy Laroche a Parigi. Dopo poco più di un anno a Guy Laroche, diventa direttore creativo per la linea ready-to-wear di abbigliamento femminile di Yves Saint Laurent ‘s’ Rive Gauche ‘quando, dopo tre stagioni, è stato sostituito da Tom Ford a seguito dell’acquisizione dell’etichetta al Gucci Group. Prima di entrare in Lanvin nel 2001, Albez ha lavorato per una sola stagione al marchio, all’epoca ancora italaino, Krizia. Ma Elbaz verrà ricordato soprattutto per il suo immenso lavoro per la maison Lanvin, di cui è stato direttore creativo dal 2001 al 2015 e che grazie alla sua abilità e ad suo estro creativo è riuscito a rilanciare. Ricordo che quando Elbaz lasciò il brand che ha rianimato lasciò l'intero mondo della moda esterrefatto.
Indimenticabile la sua bellissima ultima collezione disegnata per la primavera/estate 2016 che vedeva protagonisti preziosi abiti ispirati al red carpet. Dopo una pausa di cinque anni dalla sua estromissione da Lanvin ha lanciato pochi mesi fa la start up AZ Factory. "La mia fabbrica dei sogni vuole essere il luogo dell'autenticità. Il nostro non è un incubatore ma una fucina di cose reali, con il sogno come punto di partenza e il prodotto come punto di arrivo ”, dichiarò per il lancio del brand. 
La moda passa, ma la sua grandezza rimarrà per sempre, indimenticabile Alber Elbaz.

Di seguito alcuni indimenticabili look di Elbaz per Lanvin:



















Thursday, April 22, 2021

F/W 2021/22 READY TO WEAR #10

Quest'anno è così, le sfilate non sono in presenza, e le collezioni escono fuori calendario, quando sono pronte.

Burberry

Burberry

Burberry

Michael Kors

Michael Kors

 
Marques Almeida

 Tommy Hilfiger

Thursday, April 15, 2021

GUCCI "ARIA" COLLECTION WITH BALENCIAGA

"Aria "is the collection with which Alessandro Michele celebrates Gucci's centenary. A show in which Tom Ford's creations and all the symbols that have characterized the life of the brand return. It begins with the famous red velvet trouser suit with which Tom Ford in 1996 made Gucci a protagonist of contemporary costume, and continues through eras and references, from equestrian vestments trasformed into a fetish universe. On the catwalk we not only find the codes of the maison and some of the most iconic garments of the past decades, from the 60s to the 90s, in a sparkling and festive version, but also an unprecedented inspiration to the lines of Balenciaga, with whose creative director: Demna Gvasalia, Alessandro Michele collaborated. The collection was presented through a short film co-directed by the creative director and the artist and videomaker Floria Sigismondi. Through the mysterious door of the Savoy Hotel, illuminated by neon signs, you can watch the show. The models walk in a long corridor full of light, under the flashes of non-existent photographers. But it is in the finale, the real surprise: crossing a closed door, the landing place for everyone is in an enchanted garden.











 

THE 'FRANCH GIRL STYLE' OF CELINE BY HEIDI SLIMANE

"Parade" is a short movie dedicated to a Celine F/W21 prêt-à-porter collection, curated by Heidi Slimane and shot in the gardens D'André Le Notre de Château de Vaux-Le-Vicomte.






 

Monday, April 12, 2021

LE DuDù - VITAMINIC SHOES

L'asfalto grigio delle strade s'illumina con passi calzanti scarpine dai colori vibranti.
Le Dudù vestono piedi metropolitani di donne romantiche e sognanti che non rinunciano al tocco glamour 
  della collezione raffinata, fiabesca e ornamentale di Enrica Simonazzi   Per la prossima estate la designer dà forma a scarpine flat 'slingback' zebrate, loafer dai colori vitaminici e tacco in velluto, ballerine in denim, mules in lurex e tacchi multicolor. Le Dudù sono caratterizzate dal colore, da abbinamenti e scelta dei materiali, la loro "allure" non è legata al momento, sono scarpe senza tempo e soprattutto versatili. 
Un brand di calzature 100% Made in Italy, pochi modelli di altissima qualità artigianale, realizzate con materiali di massimo pregio, capaci di conciliare ricercatezza e comodità. La donna Le DuDù è la moderna eroina metropolitana, impegnata nelle mille occupazioni del vivere quotidiano, divisa tra famiglia e lavoro, senza però mai rinunciare alla propria elegante femminilità, a partire dalle scarpe che la accompagnano, passo dopo passo, lungo tutta la giornata.




 




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...