Wednesday, October 31, 2018

BROCADE AND GREEN SOFA

                                            photo:Nicolangelo Gerlormini www.nicolangelogelormini.com



Early 60's brocade silver top, vintage chiffon long skirt, vintage sandals by L'Autre Chose, gold bracelets by Caterina Gambardella

Next Collections:
S/S 2019 Resort - Top: Prada - Dolce&Gabbana - Michael Kors
Down: Alexa Chung

Dolce&Gabbana S/S2019 - Christian Pellizari F/W2018/19 - Christopher Kane F/W2018/19 
Related Article:http://www.scostumista.com/2018/10/60s-brocade-top.html

Tuesday, October 30, 2018

60's BROCADE TOP


Brocade is a precious fabric worked with a jacquard weave, characterized by interwoven patterns in relief, often in gold and silver. The manufacture of brocade began in China around 400 A.C. Dating back to the Middle Ages, brocade fabric was one of the few luxury fabrics worn by nobility throughout China, India, Persia, Greece, Japan, Korea and Byzantium. Brocades were also an important fabric during the Renaissance, and especially the Italian Renaissance.The complexity and high quality of luxurious silk fabrics caused Italy to become the most important and superior manufacturer of the finest silk fabrics for all of Europe. The almost sculptural lines of the fashions during the Renaissance were paired perfectly with the exquisite beauty and elegance of brocade, damask, and other superior silk textiles.

Il Broccato è una preziosa stoffa lavorata con tessitura a jacquard, caratterizzata da disegni intessuti a rilievo, spesso in oro e argento. La produzione di Broccato inizia in Cina intorno al 400 d.C. Risalente al Medioevo, il tessuto in broccato era uno dei pochi tessuti di lusso indossati dalla nobiltà in Cina, India, Persia, Grecia, Giappone, Corea e Bisanzio. I broccati erano anche un tessuto importante durante il Rinascimento, e specialmente il Rinascimento italiano. La complessità e l'alta qualità dei lussuosi tessuti di seta fecero sì che l'Italia diventasse il più importante e superiore produttore dei migliori tessuti di seta per tutta l'Europa. Le linee quasi scultoree delle mode durante il Rinascimento erano perfettamente abbinate alla bellezza e all'eleganza raffinate di broccato, damasco e altri tessuti di seta di qualità superiore.



CLOSET CASTLE di Annapaola Brancia d'Apricena







Early 60's Silver Brocade Top
David Bailey for Vogue UK, 1968.

Jane Shrimpton 1966

1963 Harper's Bazaar

1966   -   1967   -   1968

1968

1960 Carven

1968 Jean-Louis Scherrer

Audrey Hepburn

Veruschka, 1967

1968

Grace Kelly and Ranieri di Monaco

1968 Pierre Balmain

Twiggy by Bert Stern, 1967
Related Article:http://www.scostumista.com/2018/10/brocade-and-green-sofa.html

Friday, October 26, 2018

DEL BELLO IDEALE- GIULIO PAOLINI IN MOSTRA A MILANO

Da oggi a Milano è possibile visitare la mostra personale di Giulio Paolini: Del bello ideale, a cura di Francesco Stocchi, inaugurata ieri alla Fondazione Carriero che prosegue il suo percorso di indagine dell’arte concettuale analizzando l’opera dell'artista genovese.
 Del bello ideale ripercorre l’intero arco dei suoi 57 anni di carriera, esponendo capisaldi della sua produzione come Senza titolo (1961), Monogramma (1965), AB 3 (1966), Nécessaire (1968), Controfigura (critica del punto di vista) (1981), alcuni dei suoi celebri autoritratti, fino a tre nuove opere appositamente concepite per l’occasione.
Tre sono i nuclei tematici individuati come punti di riferimento nel percorso espositivo, presentati singolarmente, uno per ogni piano della Fondazione, ma mantenendo una relazione reciproca e costante tra loro. Al piano terra l’allestimento ruota attorno al tema del Ritratto e Autoritratto, fulcro della poetica di Paolini, che fin dall’inizio degli anni Sessanta si è cimentato in modo fortemente personale con l’analisi di questa tematica, distillandola fino ad arrivare alla sottrazione dell’autore nella sua opera. La sezione al primo piano si intitola In superficie e sviluppa la relazione con il tema della prospettiva nelle sue varie declinazioni, dall’indagine sulla linea alla simbologia dell’orizzonte fino all’uso della specularità, della tautologia e della ripetizione come strumenti di analisi dello spazio e del tempo. Infine, la sala rococò del secondo piano fa da cornice a Uno di due, che presenta una selezione di lavori che indagano il rapporto tra il mito e la classicità nell’universo artistico di Paolini, emblemi di quella bellezza ideale che crea una distanza apparentemente incolmabile tra opera d’arte e osservatore.
Fino al 10 febbraio
Fondazione Carriero Via Cino del Duca 4 – Milano
Giulio Paolini
Senza titolo (Plakat Carton), 1962

Giulio Paolini
Necessaire, 1968

Giulio Paolini
Idem IV, 1974

Giulio Paolini
Mimesi, 1975

Giulio Paolini
Caleidoscopio,1976

Giulio Paolini
Ritratto dell'artista..1980,parte2

Giulio Paolini
Controfigura,1981

In studio, Torino 1965, foto Anna Piva

Thursday, October 25, 2018

STYLE ICON: FLORENCE WELCH

She has a great sense of style, I love all her looks, her long romantic dresses, the glamour and the bohemian style mixed with retro seventy style, The red head British singer of the band Florence and The Machine on her videos, concerts, festivals, award ceremonies or gala events she always demonstrates a super cool sense of style.
Here below some looks that I've selected:





Wednesday, October 24, 2018

SWITCH THE RULES PHOTO CONTEST

Le più belle fotografie del contest fotografico Switch The Rules, promosso da Elica, azienda leader nel mercato della progettazione e produzione di cappe, e Fondazione Ermanno Casoli, saranno esposte in una mostra evento, curata da Alessandro Dandini de Sylva, negli spazi del Pastificio Cerere dal 25 al 27 ottobre 2018 durante la Roma Art Week. Il contest, ispirato alla campagna “Upside Down” dedicata al nuovo piano aspirante NikolaTesla Switch, ha sfidato i partecipanti a liberare la propria creatività e presentare su Instagram immagini sorprendenti, capaci di modificare gli abituali punti di vista. Tante le reinterpretazioni della realtà da parte degli utenti social che hanno condiviso sui loro profili Instragram contenuti con #SwitchTheRules. Le creazioni selezionate saranno esposte nella mostra in programma durante la Roma Art Week, settimana dedicata all’arte contemporanea che si svolgerà nella Capitale dal 22 al 27 ottobre.










Ambrosini

Bonacini

Bucciarelli

Cinzia Tonon

Luca Barbaro

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...