Saturday, February 18, 2017

SEE BY CHLOE' AND ORLA KIELY PRESENTATIONS

Due stili diversi indirizzati entrambe ad un target giovane.
Bamboline anni '70 con mini abiti a sacchetto o gonne al polpaccio con balze, rouches e zeppe ai piedi per la ragazza Orla Kiely.
Balze e rouches anche nella collezione See by Chloé, ma silhouette più morbide e meno sagomate, look reso più aggressivo dai boots multilacci al ginocchio.
Orla Kiely

See by Chloé

Friday, February 17, 2017

DANIELE DA VOLTERRA-I DIPINTI D'ELCI

Le Gallerie Nazionali di Arte Antica presentano nella sede della Galleria Corsini dal 17 febbraio al 7 maggio 2017 Daniele da Volterra.
 I dipinti d'Elci, una mostra a cura di Barbara Agosti e Vittoria Romani incentrata su due dipinti di Daniele da Volterra (Volterra, 1509 – Roma, 1566), l’artista che più fu vicino a Michelangelo nella sua esperienza creativa e umana. Un evento di grande interesse, infatti la tela con Elia nel deserto e la tavola con la Madonna con il Bambino, san Giovannino e santa Barbara, sottoposte a vincolo di tutela sin dal 1979, sono due delle rare opere mobili dell’artista che si sono conservate.
Custoditi da oltre un secolo in una collezione privata senese, quella dei Conti Pannocchieschi d’Elci, cui pervennero per via ereditaria da Casa Ricciarelli, i due quadri, riconosciuti come capolavori da una ormai antica e autorevole tradizione critica, raramente sono stati esposti al pubblico e, come scrive nella prefazione del catalogo Flaminia Gennari Santori, direttore del Museo: “È questa la prima occasione nel corso della mia direzione in cui le Gallerie Barberini Corsini ospitano dipinti provenienti da una collezione privata.
In mostra anche una serie di riflettografie analizzate da Angela Cerasuolo, responsabile del Centro Documentazione Restauro della Soprintendenza, Museo di Capodimonte, che hanno permesso di fare chiarezza sulla genesi e sullo sviluppo progettuale delle opere, circoscrivendo meglio i loro caratteri stilistici e la datazione. Benché siano conservate a Siena, le due opere furono realizzate a Roma durante il pontificato di Paolo III Farnese (1534 – 1549) e illustrano uno snodo cruciale della cultura figurativa moderna: l’impatto del Giudizio finale e degli ultimi affreschi di Michelangelo per la Cappella Paolina, con le loro drammatiche sperimentazioni stilistiche, su un artista come Daniele da Volterra, maturato accanto a Perino del Vaga, celebrato erede della grazia di Raffaello.
Roma, Gallerie Nazionali di Arte Antica – Galleria Corsini
APERTURA AL PUBBLICO: 17 febbraio al 7 maggio 2017
ORARI: Lunedì; mercoledì-sabato: 14.00 - 19.30. Domenica: 8.30- 19.30.
Elia nel deserto
 Olio su tela, cm 81 x 115

Il tema del digiuno di Elia nel deserto collega l’opera al culto dell’eucarestia, ma è qui rappresentato con un’iconografia insolita, senza l’angelo che conforta il profeta, e dando invece massimo rilievo al pane e all’acqua evocativi del sacramento.


 Madonna con il Bambino, san Giovannino e santa Barbara
Olio su tavola, cm 131,6 x 100,4

Il pittore ripropone, pur entro le dimensioni contenute del dipinto, le straordinarie innovazioni spaziali e compositive dispiegate dal Buonarroti nel Giudizio finale, da cui derivano il potente incastro delle figure, gli scorci incombenti, la stilizzazione cubizzante delle forme.


NYFW-FEB. 15-16

Barocco/boho così definirei la collezione di Anna Sui, ricca di ricami, broccati e tessuti cangianti. Assemblaggi insoliti di tessuti, tagli asimmetrici, velluto in seta ciniglia accostato a stoffe più strutturate nella collezione di Vivienne Tam. Ricami, tulle e chiffon gli abiti da red carpet di Marchesa sono opulenti e romantici, meglio le uscite in raso verde mela. Gotica-metropolitana la donna di Thom Browne, disegni naïve su sobri completi grigi. Pizzi e lurex, la ricchezza dei tessuti contrasta con le linee essenziali nella collezione di J.Mendel. Cappotti avvitati con grossi colli di pelliccia, pantaloni ampi, sfumature di beige e marrone:una collezione sfacciatamente anni '70 quella di Marc Jacobs. Portabilissima e facilmente vendibile, si adatta alle esigenze di ogni giorno, ma è avvalorata da dettagli sofisticati la collezione di Derek Lam. Anche la collezione firmata da Zac Posen per Brooks Brothers si adatta alle esigenze più quotidiane, ma con una semplicità talmente assoluta che sembra di sfogliare un lookbook di Asos.

Anna Sui

Vivienne Tam

Marchesa

Thom Browne 

J.Mendel
Marc Jacobs

Derek Lam

Brooks Brothers

Thursday, February 16, 2017

NYFW-FEB. 14-15

Country girl, tra cespugli di grano e baracche di legno sfila la ragazza Coach 1941 con pellicce, fiori, tartan, gonnelloni e abiti alla caviglia. Finalmente puro minimalismo newyorkese da Brandon Maxwell (evidenzio i mini dress in pelle e abitini con colletto multistrato) e da Narciso Rodriguez (linee dritte e affusolate, tagli puliti e sartoriali). Lunghi e classici gli abiti da sera di Badgley Mischka che firma una collezione dall'identità vagamente sbiadita. Tessuti cangianti, lunghe vestaglie annodate in vita, abiti castigati al polpaccio, le proposte della stilista uruguaiana Gabriela Hearst. Cappotti a sacco, gonne ampie e giacche strutturate, la collezione Jil Sander Navy reinterpreta gli anni '50 in chiave ultra moderna. Fresca, giovane, allegra la ragazza di Alice+Olivia, che si esprime con gonne di piume, pellicce e ricami multicolor. Le maniche, le scollature e le silhouette di Deplozo sono dei capolavori di architettura con interessanti accostamenti cromatici. Sessantasette modelli sfilano in una tormenta di neve, sono  gli outfit sportivi di Moncler Grenoble con cappe e piumini declinati in tante forme e lunghezze. Michael Kors fa sfilare una donna classica e rassicurante con i colori dell'inverno:cammello e acciaio.
Coach 1941

Narciso Rodriguez

Brandon Maxwell

Badgley Mischka

Gabriela Hearst

Jil Sander Navy
Alice+Olivia

Delpozo

Moncler Grenoble

Michael Kors

Wednesday, February 15, 2017

NYFW - FEB. 13-14

NEW YORK FASHION WEEK-FALL/WINTER 2017-18 

Pantaloni ampi a vita alta strizzati in vita,  maniche ampie strizzate ai polsi, spalle morbide: Phillip Lim disegna una silhouette confortevole, così come la collezione di Zadie&Voltaire privilegia linee scivolate e avvolgenti. Monse gioca sui grafismi delle stampe e su tagli geometrici. Linee precise e asciutte da Oscar de la Renta, cappotti a uovo, gonne ampie, pantaloni slim e rose in plexi applicate.
Zero+Maria Cornejo presenta una collezione dalle tinte calde, abiti e top a sacco. Giovane con richiami anni 70's la collezione di Edun. La collezione di Philipp Plain vuole essere sexy, aggressiva e parecchio tamarra, ma fa leva su un pubblico di veline, starlette e calciatori (Madonna presente alla sfilata, grazie alla donazione generosa che Plain ha fatto a Raisingmalawi). Non delude mai Tory Burch col suo stile boho-metropolitano, con  le camice in seta stampe floreali annodate al collo su pantaloni dritti o su gonne trapezio. Rigorosissima, ai limiti della monotonia la collezione di The Row, sfilano lunghi paltò con cintura in vita.
Phillip Lim

Zadig&Voltaire

Monse

Oscar de la Renta

Zero+Maria Cornejo

Edun

Phillip Plain
Tory Burch

Elizabeth and James

The Row

Rosie Assoulin

ZAC Zac Posen


Tuesday, February 14, 2017

NYFW-FEB. 12-13

NEW YORK FASHION WEEK-FALL/WINTER 2017-18

Bella l'accoppiata del tulle col tartan vista da Jenny Packham, e bella anche la collezione sparkling di Custo Barcelona con mini dress strizzati in vita dalla silhouette 80's. Pellicce, velluti e ricami floreali, la collezione di Altuzarra ci regala un'atmosfera calda e accogliente. Giallo, bianco, argento e trasparenze da Prabal Gurung. Tuniche su pantaloni che si allargano e allungano alla caviglia nella collezione di Rosetta Getty. Mi è piaciuta la collezione bon ton di Carolina Herrera, bianco e nero, rosa cipria, mantelline e colletti da educanda. Oblò e tagli asimmetrici, il duo Proenza Schouler firma una collezione originale,moderna con abiti ben strutturati. Pellicce colorate  e patchwork per Diane von Furstenberg, mentre Norma Kamali presenta abiti casual, tute elasticizzate e abitini  sportivi.
Jenny Packham

Custo Barcelona

Altuzarra

Prabal Gurung

Rosetta Getty
Carolina Herrera

Proenza Schouler

Norma Kamali

Diane Von Furstenberg

Monday, February 13, 2017

OUTFITS GRAMMY AWARDS 2017

Abbastanza brutti gli abiti indossati per questi Grammy Awards tranne poche eccezioni.
Meglio gli uomini (John Legend in Gucci, Jason Derulo in Dolce & Gabbana.Kelsea, rocker anni '50 Brendon Urie, etnici Jason Derulo J.Hoard, meno elegante l'outfit di Balmain indossato da Nick Jonas, Michael Keaton and Sean Douglas perfetti in smoking).
Bello l'abito verde muschio di Givenchy scelto dalla vincitrice Adele. Rihanna in Armani Privé,  oro rosa per Julia Carey e per Katy Perry in Tom Ford. Spacco e scollatura vertiginosa sull'abito di Ralph & Russo indossato da Jennifer Lopez. Non amo Philipp Plein ma il mini dress argento indossato da Heidi Klum è il più azzeccato della serata. Demi Lovato in Julien Macdonald, Celine Dion in Zuhair Murad, Solange in un abito Gucci stile Ferrero Rocher. Anche Santigold sceglie un Gucci di raso rosa con gonna al polpaccio.
Mediocri gli outfits di Beyoncé in Peter Dundas, Carrie Underwood in Elie Madi, Katharine McPhee in Thai Nguyen, Faith Hill in Zuhair Murad, Charli XCX in Vivienne Westwood e di Hillary Scott in Jenny Packham.
Delicata e floreale Kelsey Ballerini in Ines Di Santo, floreale e delicato anche l'abito scelto da Elle King, ma assolutamente inadatto alle sue rotondità.
Non male Lea Michele in Roberto Cavalli, bello l'abito scelto da Paris Jackson di Balmain e sempre di  Balmain quello indossato da Daya (peccato per il trucco pesante). In Valentino la nostra Laura Pausini e Melina MatsoukasI più brutti: quello di Michelle Pesce, Lady Gaga in Alex Ulichny, Sophie BeemTaraji P. Henson in Marc Jacobs...vince su tutti la gonna a palline indossata da Girl Crush, orribile.
Adele-Heidi Klum-Julia Carey-Jennifer Lopez-Katy Parry-Rihanna

Michael Keaton and Sean Douglas-Michelle Pesce-Mya-Nick Jonas-Paris Jackson-Santigold

Chainz-Lady Gaga-Andra Day-Batsey Johnson and John Cale-Brendon Urie-Camila Cabello
Jacqueline van Bierk-Beyoncé- Laura Pausini-Maren Morris-Melina Matsoukas-Nicole Trunfio

Cam O'bi-Carrie Underwood-Céline Dion-Chance the Rapper-Charli XCX-Chrissy Teigen

Faith Hill-Flume-Girl Crush-Giuliana Rancic-Halsey-Hillary Scott-J.Hoard

Jane Zhang-Jason Derulo-Jidenna-John Legend-Joy Villa-Kat Graham-Katharine McPhee

Kaya Jones-Keith Urban-Kelsey Ballerini-Kristin Cavallari-Laverne Cox-Lea Michele

Daya-Demi Lovato-Dierks Bentley-Elle King-Enya-Erika Jayne

Skylark Grey-Solange Knowles-Sophie Beem-Steve Aoki-Taraji P. Henson-Tinashe-Tory Kelly

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...